32ma America’s Cup Valencia

Da oggi disponibile il nuovo overlay di Port America’s Cup, la localita’ del porto di Valencia che ospita la 32a edizione del trofeo sportivo piu’ antico. I 2 round robin della Louis Vuitton Cup si svolgeranno dal 16/04/2007 al 23/04/2007 e dal 25/04/2007al 06/05/2007.

luna rossaLa classifica, al termine degli act che si svolgono dal 2005 vede al comando New Zealand con 4 bonus, seguita da BMW Oracle, Luna Rossa e Desafío con 3, Mascalzone Latino, Victory, Shosholoza e +39 Challenge con 2 e Areva, Team Internet, Team Cina con 1

Questo il calendario della Louis Vuitton Cup:

ROUND ROBIN 1 (16 Aprile – 22 aprile 2007)

Match Race 1 – lunedì 16 aprile 2007
Match Race 2 – lunedì 16 aprile 2007
Match Race 3 – martedì 17 aprile 2007
Match Race 4 – martedì 17 aprile 2007
Match Race 5 – mercoledì 18 aprile 2007
Match Race 6 – mercoledì 18 aprile 2007
Match Race 7 – giovedì 19 aprile 2007
Match Race 8 – giovedì 19 aprile 2007
Match Race 9 – sabato 21 aprile 2007
Match Race 10 – sabato 21 aprile 2007
Match Race 11 – domenica 22 aprile 2007

ROUND ROBIN 2 (25 Aprile – 6 maggio 2007)

Match Race 1 – mercoledì 25 aprile 2007
Match Race 2 – giovedì 26 aprile 2007
Match Race 3 – venerdì 27 aprile 2007
Match Race 4 – sabato 28 aprile 2007
Match Race 5 – domenica 29 aprile 2007
Match Race 6 – martedì 1 maggio 2007
Match Race 7 – mercoledì 2 maggio 2007
Match Race 8 – giovedì 3 maggio 2007
Match Race 9 – venerdì 4 maggio 2007
Match Race 10 – sabato 5 maggio 2007
Match Race 11 – domenica 6 maggio 2007

Per informazioni e prenotazioni:
Sito ufficiale della Port America’s Cup Marina
Sito ufficiale della 32a America’s Cup

da Wikipedia:

L’America’s Cup è il più famoso trofeo nello sport della vela, nonché il più antico trofeo sportivo del mondo per cui si compete tuttora.

La coppa, una brocca d’argento, viene assegnata al vincitore di un incontro al meglio di nove regate, tra due yacht di due nazioni differenti, uno rappresenta lo yacht club che detiene la coppa, e l’altro uno yacht club che sfida i detentori del trofeo

L’America’s Cup va in Svizzera

La Louis Vuitton Cup del 20022003, disputata ad Auckland, Nuova Zelanda, vide nove barche da sei nazioni diverse disputare 120 regate in cinque mesi per selezionare lo sfidante per l’America’s Cup.

Il 19 gennaio 2003 lo sfidante svizzero Ernesto Bertarelli, con la sua Alinghi, timonata da Russell Coutts, vinse la finale della Louis Vuitton Cup sconfiggendo lo sfidante americano, Oracle BMW Racing di Larry Ellison, con il punteggio di 4-1. È curioso notare che la Svizzera è una nazione che non ha sbocco al mare.

Il 15 febbraio 2003, iniziò la finale vera e propria. Con una brezza tesa, Alinghi vinse facilmente la prima regata, dopo che New Zealand si ritirò a causa di diverse rotture alle manovre e nel pozzetto, che le fecero imbarcare grosse quantità di acqua. La seconda regata, il 16 febbraio 2003, venne vinta da Alinghi con un vantaggio di soli sette secondi. Fu una delle regate più combattute ed eccitanti da molti anni a quella parte, con le barche che si scambiarono al comando diverse volte e un duello di 33 virate nel quinto bordo. Quindi il 18 febbraio, in gara 3, Alinghi vinse una partenza critica, dopo aver ricevuto all’ultimo momento un avvertimento sul cambio di direzione del vento, e condusse per tutta la gara, vincendo con un margine di 23 secondi. Dopo nove giorni senza la possibilità di regatare, inizialmente a causa della mancanza di vento, e successivamente per il troppo vento e il mare grosso, si arrivò al 28 febbraio, inizialmente previsto come giorno di riposo. La gara 4 venne nuovamente disputata con vento sostenuto e onde, e le difficoltà di New Zealand continuarono, quando il suo albero si spezzò durante il terzo bordo. Il giorno successivo (1 marzo 2003), fu ancora una volta un giorno di frustrante bonaccia, con la gara annullata dopo che le imbarcazioni avevano passato più di due ore in attesa del via con vento leggero. Lo skipper di Alinghi, Russell Coutts, non fu in grado di festeggiare il suo 41° compleanno con la vittoria della coppa, ma era in buona posizione per riuscirvi il 2 marzo. Gara 5 partì in orario e con una buona brezza. Alinghi vinse ancora una volta la partenza e si tenne in testa. Nel terzo bordo, New Zealand ruppe un tangone dello spinnaker durante una manovra. Anche se lo gettò a mare e lo sostituì con uno nuovo, non fu in grado di recuperare, perdendo la gara e la coppa.

La vittoria di Alinghi significò per Coutts, che in precedenza aveva regatato per la Nuova Zelanda, la vittoria in tutte e 14 le ultime regate dell’America’s Cup alle quali aveva preso parte come skipper. Significò inoltre che aveva vinto il trofeo due volte come sfidante e una come difensore. Coutts non era l’unico neozelandese a regatare per sindacati stranieri nelle regate del 2002-2003. La sola Alinghi aveva quattro neozelandesi nell’equipaggio. Chris Dickson, skipper di Oracle BMW, era anch’egli neozelandese, ed era stato coinvolto in una precedente sfida neozelandese per l’America’s Cup. Qualunque fosse stato il risultato della finale della Louis Vuitton Cup e della America’s Cup, era certo che lo skipper vincente sarebbe stato un neozelandese.

La squadra di Alinghi difenderà l’America’s Cup nel 2007, secondo l’annuncio fatto dopo la sua vittoria. Non disponendo la Svizzera di un luogo adatto ad ospitare la sfida, è stato annunciato il 27 novembre 2003 che questa si svolgerà in Spagna, a Valencia.

Vincitori e sconfitti nelle edizioni dell’America’s Cup

Anno Vincitore Sconfitto Punteggio Luogo di regata
2003 Alinghi, Svizzera (sfidante) New Zealand, Nuova Zelanda 5-0 Auckland, Nuova Zelanda
2000 Team New Zealand, New Zealand (difensore) Luna Rossa (imbarcazione), Italia 5-0 Auckland, Nuova Zelanda
1995 Black Magic, Nuova Zelanda (sfidante) Young America, Stati Uniti 5-0 San Diego, Stati Uniti
1992 America3, Stati Uniti (difensore) Il Moro di Venezia, Italia 4-1 San Diego, Stati Uniti
1988 Stars and Stripes ’88, Stati Uniti (difensore) KZ1, Nuova Zelanda 2-0 San Diego, Stati Uniti
1987 Stars and Stripes ’87, Stati Uniti (sfidante) Kookaburra III, Australia 4-0 Fremantle, Australia
1983 Australia II, Australia (sfidante) Liberty, Stati Uniti 4-3 Newport, Stati Uniti
1980 Freedom, Stati Uniti (difensore) Australia, Australia 4-1 Newport
1977 Courageous, Stati Uniti (difensore) Australia, Australia 4-0 Newport
1974 Courageous, Stati Uniti (difensore) Southern Cross, Australia 4-0 Newport
1970 Intrepid, Stati Uniti (difensore) Gretel II, Australia 4-1 Newport
1967 Intrepid, Stati Uniti (difensore) Dame Pattie, Australia 4-0 Newport
1964 Constellation, Stati Uniti (difensore) Sovereign, Inghilterra 3-1 Newport
1962 Weatherly, Stati Uniti (difensore) Gretel, Australia 4-1 Newport
1958 Columbia, Stati Uniti (difensore) Sceptre, Inghilterra 3-1 Newport
1937 Ranger, Stati Uniti (difensore) Endeavour II, Inghilterra 4-0 Newport
1934 Rainbow (yacht), Stati Uniti (difensore) Endeavour, Inghilterra 4-2 Newport
1930 Enterprise (yacht), Stati Uniti (difensore) Shamrock V, Irlanda 4-0 Newport
1920 Resolute, Stati Uniti (difensore) Shamrock IV, Irlanda 3-2 New York City
1903 Reliance, Stati Uniti (difensore) Shamrock III, Irlanda 3-0 New York City
1901 Columbia, Stati Uniti (difensore) Shamrock II, Irlanda 3-0 New York City
1899 Columbia, Stati Uniti (difensore) Shamrock, Irlanda 3-0 New York City
1895 Defender, Stati Uniti (difensore) Valkyrie III, Inghilterra 3-0 New York City
1893 Vigilant, Stati Uniti (difensore) Valkyrie II, Inghilterra 3-0 New York City
1887 Volunteer, Stati Uniti (difensore) Thistle, Scozia 2-0 New York City
1886 Mayflower, Stati Uniti (difensore) Galatea, Inghilterra 2-0 New York City
1885 Puritan, Stati Uniti (difensore) Genesta, Inghilterra 2-0 New York City
1881 Mischief, Stati Uniti (difensore) Atalanta, Canada 4-1 New York City
1876 Madeleine (vela), Stati Uniti (difensore) Countess of Dufferin, Canada 2-0 New York City
1871 Columbia e Sappho, Stati Uniti (difensori) Livonia, Inghilterra 4-1 (2-2-1) New York City
1870 Magic, Stati Uniti (difensore) Cambria, Inghilterra 1-0 New York City
1851 America, Stati Uniti (sfidante) Aurora, Inghilterra (ed una flotta di 13 barche) 1-0 Cowes, Isola di Wight

32ma America’s Cup Valencia

32ma America’s Cup Valencia overlay